Sito Storico "Un Omaggio al DUCE" - Online dal 28 Luglio del 2000 un impegno sempre rinnovato perchè non dobbiamo mai dimentichare quello che ha fatto Benito Mussolini per l'Italia e per gli Italiani. Portare avanti la sua idea è il nostro compito. Il Ventennio Fascista è stato l'unico, dopo duemila anni a ridare gloria all'Italia. W Il DUCE W Il Fascismo !

Guestbook Fascista

Se vuoi lasciare un segno del tuo passaggio in questo sito
scrivi in questa pagina un commento oppure un tuo giudizio

Firma il Guestbook

Sono presenti 1863 messaggi nel guestbook

Messaggio lasciato da duce noi ti seguiremo il giorno giovedì 9 febbraio 2006 alle 00:00
In questo sistema di merda non mi riconosco:tutti quelli con cui vado a scuola hanno i capelli rasta, si cannano e sminuiscono l'opera del nostro grande Duce!!!Sapete cosa hanno detto della morte di Romano Mussolini? "godo come un porco" dice uno, ed un altro risponde: "uno di meno non fa mai male" alchè gli ho rammentato che quella grossa faccia di culo del "Che" che hanno stampato sulla maglia, faceva uccidere ragazzi di quindici anni, che affamati dalla rivoluzione rubavano un po' di pane. E loro rispondono: "il tuo amico Benito e il suo cmpagno di merende Hitler invece erano dei santi!" Io rispondo :" brutto stronzo di un cane, se hai una casa è grazie a quei due santuomini!e poi se vuoi fare la scala di chi è stato più killer, leggiti il libro nero del comunismo".Da qui in poi sono solo manate e visite dal quel rosso di merda del preside!Ecco fino a dove può scendere un italiano:a piegarsi ad una dottrina sanguinaria, che si nasconde sotto il falso motto di libertà e potere al popolo!Dobbiamo uccidere questi cani e rivendicare la nostra grandezza economica e territoriale! W il DUCE!

Messaggio lasciato da Rocky il giorno mercoledì 8 febbraio 2006 alle 00:00
Se voi comunisti "d'Italia" pensate nelle vostre strane menti contorte che possa esistere un mondo senza la disciplina e ordine e bene voi vi sbagliate xkè noi i sopravvissuti agli alleati ai partigiani a tito e le foibe alle brigate rosse alle discriminazioni degli ultimi 60 anni siamo pronti a rifondare l'impereo d'Italia iniziato con Giulio Cesare ripreso da Benito Mussolini ed ultimato dalla mia idea di una Italia più forte più autoritaria più patriottica e nazionalistica decisa nell' eliminazione di traditori della Patria noi siamo sprofondati in un abisso di vergogna oltrepassati dalla Cina dalla Russia dai popoli barbari del nord Europa(Gran Bretagna e Francia)persino la nostra vile alleata Germania nell' ultima guerra mondiale ha tentato di tradirci la nostra terra il nostro popolo di genii di eroi di condottieri di artisti di imperatori può ridursi a miseria? la risposta è NO!!! nel sud la mafia distrugge lo stato gia debole il popolo italiano ha perso i valori basilari della vita se continuiamo così siamo destinati ad estinguerci come popolo con l'entrata nell' unione europea siamo diventati ancora più deboli di quanto gia non lo fossimo gia prima sia econimicamente (€uro) sia politicamente vogliono abbattere quei confini per cui i nostri bisnonni hanno dato la loro vita (prima guerra mondiale) la vita è diventata praticamente impossibile per noi cittadini da quando è entrato in vigore l'€uro solo e solamente se saremo saggi, forti, attenti alle scelte che faremo ed inquadrati in una mentalità di ordine disciplina e patriottismo potremmo risollevarci da questa crisi in cui l'Italia adesso si trova sbattendo giù dalle loro poltrone di oro tutti i politici e non importa se siano di destra o di sinistra perchè tanto a loro non importa niente di noi il popolo la vera forza della patria perchè ricordate sempre italiani e italiane in patriA e all' estero VOLERE è POTERE Ps: W L'ITALIA Neo Dux

Messaggio lasciato da W il Duce 1922-1938 il giorno mercoledì 8 febbraio 2006 alle 00:00
Io ho molti amici neri molti gialli qualcuno anche turco quindi nn sono razzista e nazzista se così vogliamo definire il culmine del razzismo il punto a cui vi voglio portare è il fatti che non possiamo essere razzisti con gente che lavore per la nostra patria il "nostro" Duce nn ha mai condannato gli ebrei dell' impero noi dovremmo limitarci a punire i nostri oppositori e i balordi solo così potremmo tornare a comandare una grande nazione come l'Italia io nn parlo di razze dominanti o inferiori io parlo solo di patriottismo e nazionalismo per gli italiani i discendenti dei grandi senatori condottieri guerrieri e imperatori romani. Io sogno un' Italia grande autoritaria e potente in Europa e nel mondo Ps:Scusatemi ma il messagio di prima è sbagliato questo è quello CORRETTO

Messaggio lasciato da Italiano vero il giorno mercoledì 8 febbraio 2006 alle 00:00
ma lo avete sentito quello che ha scritto il messaggio sotto il mio?parla di nazionalismo senza razzismo; elogia gli italiani e gli stranieri che ci tolgono il pane di bocca!!!!prima di fondare un nuovo governo, dovremmo prendere esempio da quel bastardo di Stalin:andrebbe fatta una bella purga, di tutti quelli che si nascondono sotto il nostro vessillo, senza essere veramente camerati, cm quelli allo stadio che mettono cartelli nazisti (per altro scritti male! è "Got ist mit uns",non "Got mit uns") che ci fanno passare male in tutta Europa e ci fanno cadere ancora di più nel baratro in cui ci siamo infilati dopo la guerra!la politica non deve entrare negli stadi, altrimenti invece che benestare, produce solo violenza a basso costo!W il DVCE e l'ITALIA!!!!!AMEN

Messaggio lasciato da FUORI GLI EXTRACOMUNITARI MERDOSI!!! il giorno lunedì 6 febbraio 2006 alle 00:00
AMMAZZIAMO E BUTTIAMO FUORI STI'IMMIGRATI DI MERDA KE ROVINANO L' ITALIA E L'EUROPA INTERA!!!FUORI LA TURCHIA DALL'EUROPA!!! FACCIAMO UN BAGNO DI SANGUE!!! ITALIA AGLI IALIANI!!! EUROPA AGLI EUROPEI!!! FUORI LA MERDA EXTRACOMUNITARIA!!! UN GRANDISIMO SALUTO A TUTTI I CAMERATI!!! A NOI!!! DVX MEA LVX!!! BOIA CHI MOLLA!!!

Page:   << Prev   1   2   3   4   5   6   7   8   9   10   11   12   13   14   15   16   17   18   19   20   21   22   23   24   25   26   27   28   29   30   31   32   33   34   35   36   37   38   39   40   41   42   43   44   45   46   47   48   49   50   51   52   53   54   55   56   57   58   59   60   61   62   63   64   65   66   67   68   69   70   71   72   73   74   75   76  77  78   79   80   81   82   83   84   85   86   87   88   89   90   91   92   93   94   95   96   97   98   99   100   101   102   103   104   105   106   107   108   109   110   111   112   113   114   115   116   117   118   119   120   121   122   123   124   125   126   127   128   129   130   131   132   133   134   135   136   137   138   139   140   141   142   143   144   145   146   147   148   149   150   151   152   153   154   155   156   157   158   159   160   161   162   163   164   165   166   167   168   169   170   171   172   173   174   175   176   177   178   179   180   181   182   183   184   185   186   187   188   189   190   191   192   193   194   195   196   197   198   199   200   201   202   203   204   205   206   207   208   209   210   211   212   213   214   215   216   217   218   219   220   221   222   223   224   225   226   227   228   229   230   231   232   233   234   235   236   237   238   239   240   241   242   243   244   245   246   247   248   249   250   251   252   253   254   255   256   257   258   259   260   261   262   263   264   265   266   267   268   269   270   271   272   273   274   275   276   277   278   279   280   281   282   283   284   285   286   287   288   289   290   291   292   293   294   295   296   297   298   299   300   301   302   303   304   305   306   307   308   309   310   311   312   313   314   315   316   317   318   319   320   321   322   323   324   325   326   327   328   329   330   331   332   333   334   335   336   337   338   339   340   341   342   343   344   345   346   347   348   349   350   351   352   353   354   355   356   357   358   359   360   361   362   363   364   365   366   367   368   369   370   371   372   373   Next >>

Clicca qui aggiornare la pagina
"Un Omaggio la Duce" © copyright 2000-2014
Tutto il materiale pubblicato in questo sito è di proprietà dei rispettivi autori