Sito Storico "Un Omaggio al DUCE" - Online dal 28 Luglio del 2000 un impegno sempre rinnovato perchè non dobbiamo mai dimentichare quello che ha fatto Benito Mussolini per l'Italia e per gli Italiani. Portare avanti la sua idea è il nostro compito. Il Ventennio Fascista è stato l'unico, dopo duemila anni a ridare gloria all'Italia. W Il DUCE W Il Fascismo !

Gli Uomini del Duce

Guido Buffarini Guidi

Pisa 1895 - Milano 1945

Volontario nella Grande guerra in un reggimento di artiglieria, trascorre quattro anni al fronte, divenendo capitano nel 1917 e guadagnandosi tre croci al merito. Rimane in servizio attivo fino al 1923, ottenendo per˛ l'autorizzazione a studiare legge all'universitÓ di Pisa, dove si laurea nel marzo 1920. Nel dopoguerra Ŕ tra i principali organizzatori delle squadre fasciste pisane. Nell'aprile 1923 Ŕ eletto sindaco di Pisa; l'anno successivo diventa deputato. Con la nomina a podestÓ e a segretario federale, diviene personaggio di spicco nella sua provincia, esercitando anche l'avvocatura. ╚ anche presidente del Comitato pisano di azione dalmata e console onorario della MVSN. Stimato per moderazione e capacitÓ amministrative, dal maggio 1933 al febbraio 1943 Ŕ sottosegretario agli Interni. Nel corso di questo decennio assume l'effettivo controllo sugli enti locali bilanciando, con la nomina di prefetti a lui fedeli, l'influenza dei segretari di partito; crea efficienti fonti di informazione a ogni livello della societÓ italiana, scavalcando la segreteria del duce; stringe stretti rapporti con Galeazzo Ciano e si sforza di contrastare l'espansione burocratica del PNF e di limitare l'effetto delle leggi antiebraiche. Membro del Gran Consiglio del fascismo, il 25 luglio vota a favore di Mussolini. Nella RSI Ŕ ministro degli Interni fino al 12 febbraio 1945, quando, sollevato dall'incarico da Mussolini, scompare nell'ombra. Arrestato dai partigiani il 26 aprile 1945 e processato da una corte straordinaria di assise, viene giustiziato il 10 luglio a San Vittore, a Milano, dopo un fallito tentativo di avvelenamento.

--- TORNA ALLA PAGINA PRECEDENTE ---

 


"Un Omaggio la Duce" © copyright 2000-2014
Tutto il materiale pubblicato in questo sito Ŕ di proprietÓ dei rispettivi autori